I tre benefici e effetti collaterali dell'acqua tonica

by Redazione Fine Taste

Sei come noi di Fine Taste? Il 'Gin and Tonic' è uno dei tuoi cocktail preferiti al bar? Se sì, allora hai sicuramente sentito parlare dell’acqua tonica. Il "tonico amaro" è una tra le bevande più pubblicizzate, soprattutto in questa torrida estate, tanto che le persone spesso la bevono come bevanda autonoma. Per quale motivo? Cos'è esattamente l'acqua tonica e il chinino in essa  contenuto? Quali sono i benefici e gli effetti collaterali di questa bevanda?

 

 

Iniziamo con la definizione. Cos'è l’acqua tonica?

L'acqua tonica è una bevanda gassata che ha un retrogusto amarognolo. È una delle bevande più utilizzate per la miscelazione dei cocktails ed è sostanzialmente formata da una combinazione variabile di acqua gassata, chinino e zucchero o sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio.

Bene, lo zucchero e l'acqua gassata la conosciamo tutti, ma il chinino? Di cosa si tratta?

Il chinino è in realtà il composto amaro che dà alla bevanda il suo caratteristico finale amaro.

Si tratta di un composto sintetizzato dalla corteccia degli alberi di china ed è stato usato come medicina per combattere la malaria nei paesi in cui questi alberi sono cresciuti.

Senza voler tenere una lezione di geografia diciamo che questi alberi di solito crescono in regioni tropicali e subtropicali come il Sud America, i Caraibi, l'America Centrale, parti dell'Africa…

Il sapore amaro del chinino lo rende un ottimo ingrediente per l'acqua tonica, e si sposa bene anche con le bevande.

Non è necessario essere degli esperti per rendersi conto di come di recente l'industria dell'acqua tonica si sia ripresa. Basta osservare gli scaffali dei supermercati o le vetrine dei negozi specializzati.

Ci sono un’infinità di marchi di acqua tonica e molte sono le piccole realtà che sono emerse negli ultimi anni al fianco dei marchi tradizionali. È un settore molto vivo e dinamico, senza dubbio.

Accanto alle tradizionali acque toniche regolari, che occupano circa il 75% del mercato, ci sono anche quelle ipocaloriche, dietetiche che coprono il restante 25%.

 

 

Ma com' è nata questa bevanda? Scopriamolo insieme!

La storia dell'acqua tonica

Vi piacciono le favole? Bene, quella che vi stiamo per raccontare è sicuramente pane per i vostri denti.

La leggenda narra che, in un tempo lontano non ben identificato, un indiano con la febbre molto alta si perse nella giungla andina. Quando trovò uno stagno, ne bevve l'acqua e la trovò amara. Subito fu preso dal panico, pensando di essersi avvelenato dopo aver notato gli alberi di Cinchona che circondavano lo stagno. Passò la notte a pregare in una sorta di sogno delirante e, miracolosamente, al suo risveglio la febbre cessò. Fu allora che si rese conto del valore medicinale della corteccia dell'albero di Cinchona. Questa scoperta lo portò a introdurre estratti di corteccia di Cinchona come cura per la febbre e successivamente per malattie come la malaria. La corteccia veniva mescolata con l’acqua, ed è così che è nata la prima "acqua infusa di chinino" o acqua tonica moderna.

Ora che vi abbiamo narrato la sua storia, diamo un'occhiata ai benefici dell'acqua tonica.

 

 

Benefici dell'acqua tonica

 

  1. Il chinino è una cura per la malaria

Per molto tempo il chinino diluito nell'acqua tonica è stato un rimedio efficace contro la malaria e, in alcuni paesi, è tuttora utilizzato nella lotta contro questa terribile malattia.

La malaria è solitamente causata da parassiti chiamati Plasmodium vivax e Plasmodium malaria. Questi sono trasportati dalla zanzara anofele. Il chinino è noto per uccidere la capacità di riproduzione di questi parassiti!

Tranquilli! L'acqua tonica che troviamo in commercio non contiene un'alta dose di chinino. La quantità di chinino presente nell'acqua tonica non è ovviamente sufficiente a combattere la malaria! 

  1. L'acqua tonica può anche agire come antipiretico e contro i crampi notturni

Come narra la leggenda, l'acqua tonica con un ricco contenuto di chinino riduce la febbre, agendo come sostanza antinfiammatoria e ha, inoltre, un effetto benefico e lenitivo sui crampi notturni alle gambe.

Il fai da te è fortemente sconsigliato, non fare nulla senza prima un consulto medico!

  1. Può anche aiutare nella dieta per la perdita di peso

Anche in questo caso, non prima di aver consultato un dietologo, l'acqua tonica aiuta a controllare la dieta grazie al senso di sazietà che riesce a generare. Inoltre, visto che e’ sempre e comunque acqua, mantiene il corpo idratato.

 

 

Effetti collaterali dell'acqua tonica

Bene, abbiamo parlato dei tre benefici dell'acqua tonica. Per par condicio, ora è il momento di evidenziare tre dei suoi effetti collaterali. 

  1. Potrebbe causare nausea

L'acqua tonica ha generalmente basse quantità di chinino. Ma se si consuma chinino in eccesso tramite un abuso di acqua tonica, è molto probabile che si possano verificare dei casi di nausea. Questi sintomi possono anche diventare gravi e portare a crampi allo stomaco, vomito e diarrea.

  1. Può portare ad ansia e irrequietezza

Sempre a seguito di abuso di acqua tonica, il chinino potrebbe portare ad ansia e irrequietezza, con stati di nervosismo e confusione.

  1. Può portare ad un aumento di peso

Sembra in contrasto con quello che abbiamo detto poca fa ma non bisogna dimenticare che l'acqua tonica è una bevanda gassata con zucchero aggiunto. Berne una moderata quantità può aiutare nella dieta come abbiamo visto, ma se si esagera si finisce per accumulare molto zucchero e quindi ingrassare.

Speriamo che questo articolo vi abbia incuriosito.

Siamo in estate, il caldo è feroce, ad un Gin and Tonic ghiacciato è duro resistere.

Bevuto con moderazione è uno dei piccoli piaceri della vita a cui è giusto non rinunciare.

Preparalo con il nostro gin nomadico e le sode speciali. Vedrai che differenza!

Se sei interessato a ricevere settimanalmente un articolo che riguarda approfondimenti e curiosità sul mondo del cibo e del vino iscriviti alla nostra newsletter qui. Potrai beneficiare anche di uno sconto del 15% nel caso in cui volessi acquistare qualche prodotto.